Regolazioni di Photoshop : Curve e Livelli

Scritto da il 03 marzo, 2011 in Guide Photoshop con i tag: , ,

A partire dalla versione CS4, Photoshop ha introdotto il pannello Regolazioni, in sostituzione ai livelli di regolazione dei livelli precedenti. Attraverso questo pannello è possibile effettuare modifiche non-distruttive sulla nostra immagine e/o applicare determinate regolazioni solamente ad alcune aree dell’immagine, tramite l’utilizzo delle maschere di livello. In questo articolo prendiamo in esame solamente le regolazioni di Curve e Livelli, ma altri articoli arriveranno in futuro per analizzare tutte le altre regolazioni che Photoshop ci mette a disposizione.

 
Se, una volta aperto Photoshop il pannello Regolazioni non è visibile, andate su Finestra -> Regolazioni

I vari bottoni permettono di accedere alle varie regolazioni disponibili, mentre la lista più in basso consente di selezionare dei valori predefiniti per applicare subito delle modifiche alle vostre immagini. Se volete aggiungere una regolazione di livello che modifichi solamente il livello sottostante (e non tutti i livelli presenti nell’immagine) dovete premere il pulsante bianco e nero formato da tre interruttori presente in basso a destra, prima di attivare la regolazione desiderata. Una volta cliccato sul bottone di una qualsiasi regolazione verrà creato un nuovo livello nella paletta Livelli come mostrato in figura

Il nuovo livello appena creato presenta due caselle, quella rossa viene chiamata maschera di livello. Quando quest’ultima è completamente bianca significa che le modifiche apportate da quel tipo di regolazione avranno effetto su tutta l’immagine. Nel caso invece fosse riempita di colore nero nessun pixel dell’immagine verrebbe toccato dalla regolazione. Approfondiremo melgio il discorso delle maschere di livello in un prossimo articolo.

 

Livelli

La regolazione Livelli permette di modificare il colore e la gamma tonale dell’immagine, trascinando i tre cursori presenti sotto l’istogramma. Essi agiscono (da sinistra verso destra) sulle ombre, sui mezzitoni e sulle luci della nostra figura

Se, per esempio, volessimo aumentare il contrasto della nostra immagine, sarebbe sufficiente avvicinare i cursori di ombre e luci al cursore dei mezzitoni

E’ comunque possibile selezionare dei valori predefiniti dalla voce Livelli :

  • Più scuro
  • Aumenta contrasto 1
  • Aumenta contrasto 2
  • Aumenta contrasto 3
  • Schiarisci ombre
  • Più chiaro
  • Mezzitoni più luminosi
  • Mezzitoni più scuri

Se, invece, avessimo la necessità di modificare la gamma tonale di uno dei tre colori RGB, sarebbe sufficiente selezionare l’istogramma relativo a quel colore dal pannello come mostrato in figura

In quel caso verrebbero modificate solamente le ombre, i mezzitoni e luci di quel determinato colore.

 

CURVE

Analogamente al pannello Livelli, le Curve permettono di modificare l’intera gamma tonale di un’ immagine. La differenza sostanziale che intercorre fra i due è che, mentre con i Livelli è possibile agire sulle regolazioni solamente attraverso l’utilizzo di tre cursori (ombre, mezzitoni e luci), con le Curve questo problema non si pone in quanto è possibile aggiungere tutti i punti di ancoraggio necessari, rendendo la modifica molto più flessibile.

La gamma tonale, in questo caso, è rappresentata da una retta che attraversa il grafico dell’istogramma. Per apportare delle modifiche è sufficiente spostare gli estremi della retta oppure aggiungere dei nuovi punti di ancoraggio, semplicemente cliccando su un qualsiasi punto della retta

Nella figura qui sopra ho creato due nuovi punti di ancoraggio formando una curva a S, il che rende l’immagine modificata più contrastata. Come per i Livelli è comunque possibile selezionare dei valori predefiniti dalla voce Curve

  • Negativo a colori
  • Cross Processing
  • Più scuro
  • Aumenta contrasto
  • Più chiaro
  • Contrasto lineare
  • Contrasto medio
  • Negativo
  • Contrasto forte

 

L’utilità prevalente di utilizzare livelli separati per le regolazioni (piuttosto che applicare l’effetto direttamente sull’immagine) sta nel fatto di non essere permanenti, in quanto è possibile disattivarli in qualsiasi momento dalla paletta Livelli. Immaginatevi di dover lavorare su un’immagine su cui dovete applicare decine di effetti diversi, e che durante il vostro fotoritocco vi accorgete che il primo effetto che avete applicato è errato (per esempio avete contrastato troppo la figura). Nel caso tradizionale, utilizzando le regolazioni raggiungibili dal menù Immagine -> Regolazioni, sareste costretti a ricominciare da capo, in quanto una volta tornato indietro e cambiato l’effetto tutto il resto del lavoro andrebbe perduto. Nel caso invece dei pannelli di regolazione tutto questo non accade, se all’inizio del vostro lavoro avete aumentato il contrasto dell’immagine ma poi vi accorgete che l’effetto non vi soddisfa dovete solamente selezionare il livello specifico e cambiare i valori di riferimento. Ricordatevi però che i pannelli di regolazione hanno effetto solamente sui livelli inferiori presenti sulla paletta Livelli, e non su quelli superiori

Nell’esempio qui sopra, il pannello di regolazione Curve 1 avrà effetto solamente sull’immagine di sfondo, ma in nessun modo andrà ad alterare i pixel del Livello 1.

 

Tiny URL for this post: http://tinyurl.com/h6y5ub5