Ridurre le dimensioni di un immagine

Scritto da il 04 aprile, 2011 in Guide Photoshop con i tag:
Una semplice guida su come utilizzare Photoshop per modificare le dimensioni di un’immagine, dal semplice ridimensionamento per la stampa all’utilizzo del ricampionamento per le vostre fotografie sul web.

 

 

 

 
 
 
Per modificare le dimensioni di una fotografia dovete cliccare sul menù Immagine -> Dimensioni Immagine

E’ possibile modificare le dimensioni dell’immagine in due modi : variando i valori nella sezione Dimensioni pixel oppure variando i valori presenti nella sezione Dimensioni documento. Nel primo caso ci vengono fornite larghezza e altezza dell’immagine espresse in numero di pixel, nel secondo caso le dimensioni che risulteranno dall’eventuale stampa della vostra fotografia. Agite, quindi, sulla prima sezione in caso in cui voleste modificare le dimensioni per adattare le vostre immagini per il web oppure sulla seconda sezione se siete meramente interessati alle dimensioni di stampa.

Oltre alle due sezioni sono presenti tre voci in fondo alla finestra

  • Scala stili
  • Mantieni proporzioni
  • Ricampiona immagine

La prima voce, Scala stili, ha a che fare con gli stili di livello e come essi vengono influenzati dalla riduzione o aumento dei pixel nell’immagine. Nel caso volessimo semplicemente modificare le dimensioni di una fotografia questa voce deve rimanere deselezionata. La seconda voce, Mantieni proporzioni, blocca le proporzioni fra altezza e larghezza, impedendo di distorcere l’immagine. L’ultima voce, Ricampiona immagine, viene utilizzata per modificare il numero dei pixel nell’immagine. Photoshop esegue il ricampionamento usando un metodo di interpolazione per assegnare i valori cromatici ai nuovi pixel sulla base dei valori cromatici dei pixel esistenti. Esistono 5 metodi di interpolazione :

  • Vicina più prossima (per contorni ben definiti) -> Metodo rapido, ma meno preciso, che riproduce i pixel dell’immagine. È indicato per illustrazioni con bordi senza anti-alias, per mantenere i bordi netti e generare un file più piccolo. Può però causare un effetto scalettato, che diventa evidente quando distorcete o ridimensionate un’immagine o eseguite più manipolazioni su una selezione.
  • Bilineare -> Metodo che aggiunge i pixel in base ai valori di colore medi dei pixel circostanti. Genera risultati di qualità media.
  • Bicubica (per sfumature più omogenee) -> Metodo più lento, ma più preciso, basato sull’analisi dei valori dei pixel circostanti. Grazie a calcoli più complessi, questa opzione genera migliori gradazioni di tonalità rispetto a Vicina più prossima e Bilineare.
  • Bicubica più morbida (per ingrandimenti) -> Metodo adeguato per ingrandire le immagini in base all’interpolazione bicubica, ma concepito per generare risultati più morbidi.
  • Bicubica più nitida (per riduzioni) -> Metodo adeguato per ridurre le dimensioni di un’immagine in base all’interpolazione bicubica con maggiore nitidezza. Questo metodo mantiene i particolari in un’immagine ricampionata.

Questa ultima voce va quindi selezionata solamente nel caso di immagini per il web, nel caso di fotografie da stampare va deselezionata in quanto non influirebbe in nessun modo sulle dimensioni di stampa. Per concludere facciamo un esempio pratico : vogliamo ridurre le dimensioni e lo spazio occupato su disco da una fotografia scattata da una fotocamera

Se moltiplichiamo i pixel della larghezza per quelli dell’altezza otteniamo il numero di pixel dell’immagine, nel mio caso 4862 * 2650 = 12884300, ossia 12 MPixel, per uno spazio occupato su disco di 2,7 MB. Se volessimo creare una versione più leggera della nostra immagine per il web potremmo modificare le dimensioni e utilizzare il ricampionamento per ridurre il numero dei pixel

Cambiate la larghezza, nel mio caso imposto 1024 pixel, se la voce Mantieni proporzioni è attiva noterete come l’altezza cambi automaticamente per mantenere corrette le proporzioni. Selezionate il ricampionamento Bicubica più nitida (consigliata nel caso volessimo ridurre il numero di pixel di un’immagine) e premete OK

L’immagine ottenuta risulta più contenuta (occupa solamente 186 KB) e la perdita di informazioni e dettagli è ridotta al minimo.

Tiny URL for this post: http://tinyurl.com/zdepz9a